piemonte

Juventus, 1956-1957. 

8 goal in 23 partite. L’ingresso di Kurt nella squadra bianconera è fragoroso, con una doppietta segnata all’Olimpico contro la Lazio. Il suo continuo andirivieni dall’infermeria per una caviglia fragile, lo sacrifica però alla classe di John Charles e Omar Sivori. L’etichetta di “caviglia di vetro” rende breve la sua carriera juventina, ma Torino rimarrà sempre la città di benvenuto, nido accogliente di un nuovo inizio. 

piemonte

Una delle più celebri regioni d’Italia quando si parla di vino. Una ricchezza enologica che non stanca mai, neanche i più esperti. Un territorio votato alla coltivazione vinicola con la sua varietà, il suo clima continentale e le sue esposizioni favorevoli. Un insieme perfetto per portare a maturazione vitigni tardivi. Una l’uva più nobile, svariate le sue espressioni: il Nebbiolo.

barbaresco

Barbaresco e Barolo, le due espressioni più alte del Nebbiolo. Piccoli pezzi di terra vicini che coltivano la stessa uva, dando vita a vini completamente diversi. Una differenza che viene dal terreno: uno fatto principalmente di argilla nel Barolo, l’altro in cui è la sabbia a farla da protagonista, a Barbaresco. Ecco perché il primo si rivela un vino energico e austero, mentre il Barbaresco parla con la sua eleganza. Ed ecco perché è stato proprio il Barbaresco a raccontarci di Kurt nel bicchiere.